Translucenza nucale


La translucenza nucale è la manifestazione ecografica dell’accumulo sottocutaneo di fluido dietro il collo del feto nel primo trimestre di gravidanza. La misurazione dello spessore di questa quantità di liquido viene eseguita comunemente mediante un'ecografia per via transaddominale tra l'11° settimana e la 13° settimana + 6 giorni.
L’accumulo di liquido può identificare le pazienti con aumentato rischio di generare un figlio affetto da Trisomia 21,13 e 18.

Per aumentare la sensibilità del test si esegue un prelievo di sangue materno, definito BI-TEST, mediante il quale vengono analizzate due sostanze ormonali prodotte dalla placenta (ß-HCG e PAPP-A).

Integrando mediante apposito software l'età materna, il valore della misurazione della translucenza nucale e i due valori ormonali si riesce a calcolare una stima personalizzata del rischio di Sindrome di Down e di altre trisomie.