Sedazione ed anestesia locale



 Attraverso la somministrazione di farmaci per via endovenosa si induce una situazione di calma (ansiolisi), amnesia e analgesia che permette al paziente di “sopportare” più facilmente, quando l’intervento lo consente, le cure più o meno dolorose del chirurgo senza la necessità di ricorrere ad anestesia generale.
  
Ulteriori chiarimenti ed approfondimenti circa le tecniche anestesiologiche vengono dati ai pazienti durante il colloquio pre-operatorio con l’anestesista.


 





Nei casi in cui è possibile, dell’anestetico locale viene infiltrato nella zona dell’intervento con un’azione localizzata nella sede di intervento.