Patologia cervico-vaginale


È possibile effettuare visite ginecologiche e check up presso l’ambulatorio di patologia cervico-vaginale della clinica Villa delle Querce per la diagnosi e cura delle manifestazioni da virus HPV nell'organismo femminile e maschile, ovvero in caso di Displasia di grado lieve o grave, ASCUS, condilomi, lesioni anorettali.

Pap test

Il Pap Test ha il compito di valutare la normalità delle cellule del collo dell'utero, ma anche di rilevare infiammazioni, individuare le pazienti che sono affette da lesioni del collo dell'utero non ancora di tipo tumorale, ma con potenzialità evolutiva in senso francamente neoplastico. Tali lesioni vanno sotto il nome di Displasia.
Il Pap Test è quindi un esame che si esegue con lo scopo di prevenire uno dei più gravi e frequenti tumori del tratto genitale femminile: il carcinoma della portio uterina.

Il Pap Test è un esame di routine, per la ricerca di cellule anomale nell'epitelio di rivestimento della cervice (la parte inferiore dell'utero che si connette alla vagina).
I medici raccomandano alle giovani donne di effettuare il Pap Test nel corso dei primi anni dopo l'inizio dell'attività sessuale, ed in seguito a scadenza biannuale.

Il Pap Test viene eseguito durante la visita ginecologica quando, in maniera del tutto indolore, vengono prelevate dalla cervice uterina con apposite spatole o spazzolini delle cellule frammiste a muco che, strisciate su un vetrino ed appositamente colorate, vengono poi osservate al microscopio. Queste cellule vengono messe in un contenitore di vetro o su un vetrino ed inviate in laboratorio, lo Specialista anatomo-patologo restituirà poi un referto citologico di diagnosi.

Il Pap Test deve essere eseguito almeno tre giorni dopo la fine del ciclo mestruale, nelle 72 ore precedenti non bisogna avere rapporti o usare ovuli vaginali.