Ecografia del 2° trimestre (morfologica o strutturale)


L'ecografia "morfologica" o "strutturale" ha acquisito sempre più importanza negli ultimi anni nel monitoraggio della gravidanza.

Il termine "morfologica" o "strutturale" deriva dal fatto che la principale finalità di questa ecografia è quella di valutare nel maggior dettaglio possibile l'anatomia fetale, al fine di diagnosticare o escludere eventuali anomalie malformative anche se in essa viene valutata anche la biometria ovvero la misurazione di alcuni parametri (es. il femore) per valutare la crescita fetatale.
L'ecografia "morfologica" deve essere effettuata tra la 19° e la 21° settimana di gestazione per conciliare accuratezza diagnostica dell'indagine ecografica e precocità diagnostica anche ai fini di una scelta riproduttiva consapevole da parte della coppia.

Prima delle 19 settimane di gestazione diverse anomalie possono infatti non essere visualizzate a causa delle ridotte dimensioni del feto o per le caratteristiche dell'organogenesi di alcune strutture (ad es., il cavum septi pellucidi ed il verme cerebellare possono non essersi ancora completamente sviluppati). Molte anomalie anche gravi hanno inoltre caratteristiche di evolutività per cui non danno segni ecografici nel II trimestre di gravidanza.

La possibilità di rilevare una anomalia maggiore dipende anche dall'esperienza dell'operatore, dalla qualità dell'ecotomografo utilizzato e dal tempo dedicato all'effettuazione dell'esame.




ANCHE QUI CI SERVE UNA FOTO DELLO STRUMENTO ECOTOMOGRAFO SE LA ABBIAMO