Chirurgia ginecologica


Oltre alla chirurgia tradizionale, cioè ad addome aperto, gli esperti professionisti della clinica offrono la possibilità, grazie anche alle moderne attrezzature delle quali dispone la struttura, di una chirurgia laparoscopica lì dove indicata.

  Che cos'é la laparoscopia?

La laparoscopia è una tecnica chirurgica che, a differenza della chirurgia tradizionale, che comporta l'apertura dell'addome attraverso una ampia incisione chirurgica, consente di operare utilizzando strumentazione appositamente predisposta attraverso alcune piccole incisioni di circa 1 cm. ognuna. Per questo motivo la laparoscopia è da considerare una tecnica chirurgica meno invasiva della chirurgia tradizionale.



  Laparoscopia diagnostica

Si definisce tale quando viene eseguita per formulare una diagnosi di certezza nelle situazioni in cui con i comuni metodi di indagine non si riesce a dare una motivazione ai disturbi accusati dalla paziente (dolore pelvico cronico, sterilità ecc). Se le condizioni lo consentono può trasformarsi in laparoscopia "operativa"

  Laparoscopia operativa: indicazioni frequenti

• Aderenze pelviche
• Cisti ovariche
• Endometriosi
• Fibromi uterini
• Gravidanza extrauterina
• Sterilizzazione tubarica
• Isteroannessiectomia
• Prolasso dell'utero

La laparoscopia offre numerosi vantaggi quali miglior risultato estetico, minore dolore post-operatorio, ospedalizzazione più breve (in media 2-3 gg), più rapido ritorno alla normale vita quotidiana, minor uso di farmaci, minore incidenza di aderenze, migliore preservazione della fertilità.
Un vantaggio per il chirurgo è poi rappresentato dal fatto che l’immagine del sito dell’intervento è notevolmente ingrandita permettendo quindi di apprezzare minuti dettagli difficilmente evidenziabili in laparotomia.Ciò è particolarmente utile specie negli interventi di endometriosi che per definizione è una malattia microscopica.

  Chirurgia vaginale

La chirurgia vaginale è una tecnica ad esclusivo appannaggio della chirurgia ginecologica, in quanto con la stessa si effettuano numerosi interventi che riguardano la sfera genitale femminile utilizzando un orifizio naturale presente nella donna, ossia la vagina.
L’utilizzo di tale tecnica chirurgica consente di non effettuare incisioni sulla parete addominale riducendo al minimo il traumatismo chirurgico, facendo beneficiare la donna di un vantaggio anche di natura estetica prevedendo la completa assenza di cicatrici visibili dopo l'intervento.

Vi sono inoltre ulteriori benefici connessi all’utilizzo di tale tecnica chirurgica vaginale :
• Riduzione del tempo di durata dell'intervento (si evita il tempo collegato all’apertura ed alla chiusura della parete addominale),
• Riduzione del dolore post-operatorio,
• Migliore convalescenza della paziente ,
• Ridotto tempo di recupero post-operatorio.

Gli interventi chirurgici che più frequentemente si possono effettuare per la via vaginale sono i seguenti:

• Isterectomia per via vaginale (colpoisterectomia-ossia l’asportazione dell’utero)
• Annessectomia per via vaginale (asportazione delle tube uterine e delle ovaie)
• Miomectomia per via vaginale
• Correzione dei difetti della statica pelvica (prolasso degli organi pelvici)
• Correzione dell’incontinenza urinaria