Anestesia




Gli esperti anestesisti garantiscono la massima sicurezza e professionalità nell’interesse del paziente, grazie anche alla stretta collaborazione con i colleghi chirurghi ed internisti e alle moderne apparecchiature di cui sono dotate le sale operatorie.

Il ruolo dell’anestesista è molto delicato in quanto deve mediare tra le esigenze chirurgiche da un lato e le condizioni e la sicurezza del paziente dall’altra.
L’anestesia è una condizione, indotta da farmaci, tale da consentire al chirurgo di eseguire l’intervento e al paziente di non soffrire durante l’operazione. Sono tante le tecniche a disposizione per raggiungere tali scopi, a seconda delle condizioni del paziente, del tipo di intervento e alle esigenze del chirurgo e del paziente. Ormai grazie ai nuovi farmaci e ai nuovi presidi è cresciuto il grado di sicurezza ed efficacia delle varie tecniche con una contemporanea riduzione dei rischi. Una prima distinzione si fa tra le anestesie periferiche (quelle attualmente più utilizzate, in cui il soggetto rimane cosciente con perdita della sensibilità dolorifica nella zona dell’intervento chirurgico) e l’ anestesia generale (dove il paziente viene completamente addormentato con perdita temporanea della coscienza, come in un profondo sonno).

Le tecniche più utilizzate sono: 


spinale o sub-aracnoidea
peridurale o epidurale
anestesia generale
sedazione
anestesia locale

Durante le visite anestesiologhe, che vengono effettuate gratuitamente e regolarmente, l’anestesista, in accordo con il paziente ed il chirurgo, comunica quale tecnica sarà eseguita, in base al tipo di intervento.

Il reparto garantisce anche un servizio di :

Parto-analgesia in collaborazione con il reparto di maternità
Posizionamento di dispositivi Port-a-cath
Consulenze per la terapia del dolore insieme ai colleghi oncologi