Consigli utili




Per migliorare il comfort dei nostri pazienti ci permettiamo di consigliare una serie di accorgimenti che possono essere utili prima, durante e dopo il ricovero presso la struttura:

Cosa fare quando ci si reca in clinica per un ricovero.

Al momento del ricovero

I ricoveri, escluse le urgenze, sono possibili dopo le ore 11.00. Solo il Lunedì ci si può ricoverare dopo le ore 07.00.
I ricoveri vengono effettuati presso l'ufficio Ricoveri o presso il centralino della casa di cura.
Se si devono fare gli esami preparatori precedentemente al ricovero o gli esami per il Day Hospital o il Day Surgery, ci si deve recare in clinica esclusivamente il Martedì, il Giovedì ed il Venerdì dalle 07.00 alle 09.00 a digiuno.
Portare con sè la richiesta di Ricovero ordinario o di Ricovero in Day Surgery o in Day Hospital ed il documento di riconoscimento.
Per le urgenze ostetriche e ginecologiche che non hanno la richiesta di ricovero è necessario il tesserino sanitario.
Portare tutte le analisi e gli esami eventualmente effettuati in precedenza. Il paziente deve riferire al personale medico eventuali recenti assunzioni di farmaci o droghe, eventuali allergie, se segue un particolare regime dietetico (dieta iposodica, dieta priva di glutine etc...).

Prima dell'intervento chirurgico

  • non bisogna assumere alcun cibo o bevanda per almeno 6 ore prima dell'intervento.
  • il personale infermieristico si assicurerà sia stato effettuato il cliestere evacuativo e la tricotomia (rasura dei peli) di tutta la zona interessata dell'intervento (nel caso il paziente non vi abbia già provveduto autonomamente).
  • evitare di entrare in sala operatoria con lenti a contatto (se non è possibile portarsi il contenitore per le lenti con il relativo liquido di mantenimento) ed eventuali protesi dentarie.
  • indossare pigiami e intimo di cotone evitando fibre sintetiche possibilmente con maniche larghe.
  • arrivare in sala operatoria privi di reggiseno, trucco, smalto sulle unghie, gioielli ed altri oggetti metallici.


Post operatorio

  • indossare pigiami con maniche larghe al fine di facilitare al personale la misurazione della pressione arteriosa e la somministrazione di farmarci endovenosi.
  • evitare la presenza nella stanza di degenza di più persone contemporaneamente e bambini. Si ricorda che è vitetato l'ingresso in clinica ai minori di 12 anni.
  • per le pazienti ostetriche si consiglia di munirsi di una panciera a fascia con strappo, assorbenti di tipo grande, salva slip.


Cosa portare per il bimbo al nido
Al momento del ricovero, le future mamme devono assicurarsi di portare con sè bodini di cotone caldo, guantini, cappellino, oltre a tutto il necessario per il post-partum, mentre pannolini,latte e biberon per il tempo della permanenza al nido sono offerti dalla clinica.

Dichiarazione di nascita
La dichiarazione di nascita del neonato va fatta al comune di residenza, dopo aver ritirato, presso l'infermeria del 1° piano, il certificato di nascita rilasciato dal medico responsabile. Con tale certificato e i documenti di riconoscimento dei due genitori bisogna poi recarsi all'ufficio anagrafe del comune.

Qualora a dichiarare il neonato fossero i genitori residenti fuori regione, o non coniugati, o minorenni, o la sola madre si dovrà ritirare l'attestato di nascita al 1° piano e rivolgersi al centralino per appuntamento con il Sig. Amato Gennaro, che provvederà a fare la dichiarazione direttamente in clinica. Per ulteriori informazioni rivolgersi al medico responsabile.

Richiesta cartella clinica
Al Termine del ricovero o anche durante lo stesso, il paziente può richiedere allo sportello dell'ufficio ricoveri la copia della sua cartella clinica.
Per ricevere tale copia è necessario compilare un modulo specifico e la richiesta non può essere fatta telefonicamente. I tempi di consegna sono di circa 30 giorni ed il costo è di 8 euro per le spese dei relativi diritti.
Gli orari sono:
per la richiesta e per il ritiro di copia cartella: Dal Martedì al Venerdì dalle 11.00 alle 13.00

Ai sensi della legge 765/96 sulla privacy, il documento può essere ritirato esclusivamente dall'interessato. In caso di sua indisponibilità, la persona che ritira dovrò presentare, ololtre al proprio documento d'identità, anche autocertificazione attestante il grado di parentela con l'interessato e fotocopia del documento d'identità del paziente.

Preparazione esami edoscopici

Una preparazione intestinale con purganti, in genere praticata in clinica il giorno prima dell'esame o anche a casa, è necessaria prima delle procedure endoscopiche per una migliore riuscita dell'indagine. Vari possono essere i protocolli a seconda delle situazioni; pertanto è necessario concordarla con il proprio medico. Qui ne vengono riportate le più frequentei come promemoria:

Moviprep

Sciogliere 1 bustina tipo A + 1 bustina tipo B in 1 litro di acqua e bere in un paio d'ore il pomeriggio del giorno prima dell'endoscopia e dopo un'ora ripetere l'operazione con le altre due bustine A e B.

Selg S 1000

Sciogliere le 4 bustine in 4 litri d'acqua e bere il tutto durante il pomeriggio e la sera del giorno prima dell'esame.

In entrambi i casi seguire un regime alimentare privo di fibre (cioè frutta e verdura) il giorno prima dell'esame.
Nella fase 2, dopo l'esame si provvederà a reintregrare i liquidi persi con le feci con almeno 1 litro di integratori salini con bevande simil-Gatorade.